Non supereroi, solo normali persone forti: Benvenuti nel secondo ventennio

Nel 1999 un piccolo gruppo di persone con alle spalle almeno venti anni di studio e pratica di Arti Marziali, si identifico' in uno slogan dalle connotazioni chiare:

"I Ninja non sono scomparsi, sono solo cambiati".

Per i successivi venti anni, parliamo dunque dei nostri giorni, i concetti chiave del Ninpo (忍法), del Ninjutsu (忍術), del Budo Taijutsu (武道体術), sono stati estratti e confrontati tramite un complesso lavoro effettuato su scala internazionale, quindi contaminati dalle piu' moderne ed efficaci metodologie addestrative legate prevalentemente al mondo di alcuni sport da combattimento olimpici (lotta greco-romana, lotta libera, pugilato) e specifiche discipline agonistiche (MMA, grappling, brazilian jiu-jitsu), nonche' dal calisthenics e dai metodi scientifici del Dr. Izumi Tabata (田畑 泉), per essere poi completamente integrati nei programmi d'allenamento proposti.

Questo sforzo esemplare si e' oggi concretizzato nell'unica struttura in grado di operare come FEDERAZIONE ITALIANA NINJUTSU ®, con finalita' di coordinamento e supporto di organi unitari sul territorio Nazionale, per il perseguimento degli scopi comuni in materia di ricerca e divulgazione del Ninjutsu (anche rivisitato in chiave moderna), inteso come metodo di preparazione psicofisica risolutivo rispetto al superamento di un obiettivo prefissato.

Tramite lo sport, promuoviamo una metodologia di sviluppo individuale basata sul controllo dei propri impulsi e la direzione delle proprie facolta' secondo regole che il soggetto stesso ("coachee") si impone e liberamente riconosce.

Le pratiche suggerite, generano un naturale innalzamento dei propri standards, con il conseguente raggiungimento di obiettivi sportivi caratterizzarti da difficolta' crescente, con naturali e conseguenti miglioramenti nella sfera personale ed emotiva, dunque anche in quella professionale.

E' solo tramite esperienze vissute in prima persona ed in molteplici parti del mondo, che nozioni intrise tanto di saggezza Orientale quanto di pragmaticita' Occidentale, acquisite, elaborate e codificate in un testo proprietario ("Primo Victoria" - Ottobre 2016), hanno reso possibile l'identificazione di schemi ben strutturati che rendono ogni individuo capace di:
▸ ottimizzare le energie di fronte alle sfide;
▸ individuare le convinzioni che rendono duraturi i cambiamenti;
▸ allineare risultati di successo a valori e talento;
▸ creare opportunità di realizzazione in ambiti soggettivamente importanti.

Il frutto di questo imponente lavoro, oggi, costitusce anche la base di un progetto indipendente denominato TMA ("Triathlon Martial Arts"): Analogamente al guerriero Ninja, in una competizione di questo tipo, l'atleta deve dimostrarsi esperto in piu' specialita', attraverso un confronto sportivo a tre "rounds", ognuno dei quali caratterizzato da una differente specialita', con vittoria per "knock out", sottomissione dell'avversario, resa o al meglio delle tre riprese.

Stante cio', oltre a costituire una avanguardia sportiva che si distingue per audacita', capacita' innovative e di anticipo sui gusti, tendenze e conoscenze, siamo orgogliosi di essere impegnati in maniera attiva, costante e responsabile, in iniziative a carattere filantropico, ambito nel quale, nella maggior parte dei casi, operiamo in completo anonimato.

Ninjutsu Italia e' una realta' storica nel vasto panorama delle Arti Marziali, ma diversa, perche' lontana dal mondo delle apparenze, laddove pur non disprezzando il popolo dei Social, si preferisce fare, cio' di cui esso - poi - potra' solo parlare.

"Il percorso del Ninjutsu e' come il Ninja stesso, vive nel silenzio ed ovunque possa non apparire, per poi manifestarsi al momento e nel posto giusto".

Ninjutsu Italia: Siamo forti, perche' siamo normali!